Comitato CSI di Alba

Home
Chi siamo
Organigramma
La storia del CSI
La storia del CSI Alba
Statuto
Patto associativo
Pastorale per lo sport
Formazione
CSI Nazionale
Affiliazione/Tesseramenti
Assicurazione/Denuncia infortunio
Tutela sanitaria
Riconoscimenti
Comunicati Ufficiali CSI
Contatti

 
Iscrizioni attività sportiva

Campionati
2019/2020

Informazioni e iscrizioni

 
Attività sportive

Calcio Giovanile
Calcio a 5 OPEN M
Calcio a 7 OPEN M

Pallavolo
Minivolley
Palla Rilanciata

Ginnastica ritmica
Sport e Disabili

Tornei CSI

Archivio Fasi Regionali/Nazionali

 
Escursionismo




''in cammino...per ridare
  umanità al tempo''
 
Vota il Campione

 
Sconti ai tesserati CSI

 
In collaborazione


                     
 

 
Prima Pagina

 
Cerca nel sito
 
Webmaster

Contatta l'amministratore
del sito

 
Notizie :: Dal Nazionale
l mondo del “piccolo” sport pronto a tifare per Francesco
92234_1398338816_achiniL’incontro tra il Papa e il Csi è qual­cosa di naturale. È sempre stato così sin dalle origini. Il fondatore dell’Associazione, Luigi Gedda, fu spes­so ricevuto da Pio XII. I due Papi che sa­ranno beatificati domenica prossima e­rano grandi amici del Csi. Di Giovanni XXIII si ricorda ancora il messaggio al VI congresso nazionale del Csi, il 26 aprile 1959, un discorso lungo e appassionato. Giovanni Paolo II ha incontrato il Csi 17 volte nel corso del suo lungo pontifica­to e alcuni passaggi sono rimasti “sto­ria viva” della nostra associazione. Il prossimo 7 giugno sarà la volta di papa Francesco. In occasione del 70° di fondazione del Csi (1944-2014), papa Francesco ha ac­cettato con gioia ed entusiasmo di tra­sformare piazza San Pietro in una gran­de “area sportiva”, che accoglierà più di 50mila ragazzi, ragazze, dirigenti, alle­natori, arbitri e animatori provenienti dal­le società di tutta Italia. Invitate, lo ricor­diamo, sono tutte le società sportive (non solo quelle del Csi) che hanno a cuore l’e­ducazione dei ragazzi e dei giovani. Il Co­ni ci è stato molto vicino (lo ringraziamo davvero) e stessa cosa ha fatto l’Anci, l’as­sociazione dei Comuni italiani. In tutto il Paese ci sono grande attesa ed entusiasmo per questo incontro. Non e­siste regione o provincia dove le società sportive non siano già mobilitate per ar­rivare a Roma e incontrare e abbracciare papa Francesco. Chi arriverà in treno, chi farà carovane di pullman, chi viaggerà con furgoncini della società e macchine dei genitori, chi con staffette in biciclet­ta e chi addirittura a piedi. Ad oggi gli i­scritti ufficiali superano i 18mila (regi­strazione sul sito www.societasportive­dalpapa. org) ma sappiamo che saremo molti di più. La piazza sarà una festa a par­tire dai colori. Tutti indosseranno la lo­ro maglietta di gioco (quella della società sportiva) e ciascuno potrà portare ban­diere, striscioni o altre forme di visibilità del suo gruppo sportivo. Il sagrato sarà invaso dai ragazzi (uno per ogni società sportiva presente in piazza). Dalla mat­tina sarà attivo un villaggio dello sport (nella zona di via della Conciliazione) con la possibilità di giocare e divertirsi per tutti. Incontrare papa Francesco è una grande emozione. Su questo non c è dubbio. Ma non si tratta solo di questo. Saremo in piazza San Pietro per fare festa. Ma sare­mo lì anche per dire al Papa che può con­tare su di noi come educatori e che ci prendiamo con entusiasmo e sino in fon­do la responsabilità di educare i ragazzi alla vita attraverso lo sport. Saremo lì an­che per fare il tifo per papa Francesco, per dirgli che il suo modo di agire nella Chie­sa e nell’Umanità ci piace tanto, e che nel nostro piccolo il popolo dello sport di base gli è vicino. Saremo lì anche per pre­sentare al Papa “il volto umano dello sport”, con brevi ma significative testi­monianze ed esibizioni che parlano di uno sport che vuole far vincere i valori della vita. Non resta che gustare l’attesa del tempo che ci separa dal 7 giugno. Un incontro tra il Papa e il popolo delle società spor­tive di base è una delle cose più belle che si possono sognare. Quel giorno diven­terà realtà. E l’incontro del 7 giugno re­sterà come “pietra viva” nella storia del­la nostra associazione, ma anche nella storia di vita quotidiana di migliaia e migliaia di società sportive.
Autore : CsiAlba
Share Stampa
28/04/2014 - 18:54

Utenti
Login:
Password:

Iscriviti
Richiesta password
 
Social CSI Alba

SOCIAL CSI ALBA

    

 
L'angolo del Presidente


L'angolo del Presidente

 
Tesseramento Online

 
Ambasciatori dello sport


Cresciuti in oratorio
per diventare
ambasciatori dello sport CSI

 
..sempre con noi..

 

 
Meteo in Alba

Scarica bollettino
Meteo oggi
Video meteo Italia oggi

 
Citazioni
“Il bene si fa ma non si dice. E certe medaglie si appendono all'anima, non alla giacca”.
(Gino Bartali)
 
Immagini CSI

 
Sondaggio
Il CSI all'interno degli oratori, ha un ruolo fondamentale?
Si, molto
Sufficiente
Insufficiente

 
RSS News
Avvenire.it
GazzettadAlba.it
Gazzetta dello sport
Federvolley
Eurosport
Chiesa cattolica
Campioni.cn
Educalcio.it
News.Va
 


Up Admin Up